Milano: si riduce notevolmente l’offerta di nuove costruzioni

Secondo la sesta edizione della ricerca fatta da Sigest Spa, il prodotto ultimi 12 mesi, ossia quello messo in commercio nel periodo di rilevazione della ricerca (12 mesi compresi tra giugno 2018 e giugno 2019), registra: dal punto di vista del numero delle iniziative un calo del -15% (22) e rispetto alle unità abitative totali un -8% (902).  Ciò significa che il numero medio di appartamenti per iniziativa è maggiore rispetto agli altri anni (2019: 41 unità, 2018: 37 unità, 2017: 25 unità).

Per quanto riguarda le vendite 2019, le 1145 unità transate mostrano una stabilizzazione dei volumi (-7% rispetto al 2018). Queste si trovano nell’area della Circonvallazione per l’84%, mentre soltanto il 6% nella zona dei Bastioni e il 10% nel Centro. Rispetto al 2018, la fascia che ha fatto registrare una contrazione significativa delle vendite è quella della  dei Bastioni (da 159 unità a 68).

Meno case nuove disponibili a Milano

Lo stock residuo è uno dei valori che più è mutato dal 2018, con una riduzione del 25%, trend che continua dal 2015 con la medesima intensità e che, se proseguito, farà sì che tra quattro anni la disponibilità scenda a zero. Lo stock è costituito da 731 appartamenti (81 iniziative) per l’82% localizzati nella Circonvallazione (603), per il 14% nei Bastioni (101) e per il 4% nel Centro (27).

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwitterredditpinteresttumblrmailby feather

By Maurizio Pesenti

Agente immobiliare con esperienza trentennale, blogger immobiliare.

Lascia un commento